Vangelo dalle letture della messa del giorno (Giovedì 8 aprile 2010 – Giovedì fra l’Ottava di Pasqua )

by

Dal Vangelo secondo Luca (Lc 24,35-48)

In quel tempo, [i due discepoli che erano ritornati da Èmmaus] narravano ciò che era accaduto lungo la via e come l’avevano riconosciuto nello spezzare il pane.
Mentre essi parlavano di queste cose, Gesù in persona stette in mezzo a loro e disse: «Pace a voi!». Sconvolti e pieni di paura, credevano di vedere un fantasma. Ma egli disse loro: «Perché siete turbati, e perché sorgono dubbi nel vostro cuore? Guardate le mie mani e i miei piedi: sono proprio io! Toccatemi e guardate; un fantasma non ha carne e ossa, come vedete che io ho». Dicendo questo, mostrò loro le mani e i piedi.
Ma poiché per la gioia non credevano ancora ed erano pieni di stupore, disse: «Avete qui qualche cosa da mangiare?». Gli offrirono una porzione di pesce arrostito; egli lo prese e lo mangiò davanti a loro.
Poi disse: «Sono queste le parole che io vi dissi quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella legge di Mosè, nei Profeti e nei Salmi». Allora aprì loro la mente per comprendere le Scritture e disse loro: «Così sta scritto: il Cristo patirà e risorgerà dai morti il terzo giorno, e nel suo nome saranno predicati a tutti i popoli la conversione e il perdono dei peccati, cominciando da Gerusalemme. Di questo voi siete testimoni».

Annunci

6 Risposte to “Vangelo dalle letture della messa del giorno (Giovedì 8 aprile 2010 – Giovedì fra l’Ottava di Pasqua )”

  1. simoneriva Says:

    “aprì loro la mente per comprendere le Scritture e disse loro”. La parola di oggi è per me veramente consolatrice, in fondo ci mostra come pur cercando di camminare a fianco al Signore, pur ascoltando la sua parola, pur dovendo essere abituati all’imprevedibilità del suo operare, in fondo il Signore quando agisce nella nostra vita ci sconvolge sempre. Uno sconvolgimento che non deve però portarci ad uno sconforto in quanto incapaci di comprendere, perchè la comprensione così come lo era per i discepoli che hanno vissuto fisicamente a fianco a Lui, arriva solo da Dio, è un dono che farà ad ognuno di noi a tempo debito.

  2. simonetta54 Says:

    Preghiera di Madre Teresa di Calcutta

    “Ti ho trovato in tanti posti, Signore. Ho sentito il battito del tuo cuore nella quiete perfetta dei campi, nel tabernacolo oscuro di una cattedrale vuota, nell’unità di cuore e di mente di una assemblea di persone che ti amano. Ti ho trovato nella gioia, dove ti cerco e spesso ti trovo. Ma sempre ti trovo nella sofferenza. La sofferenza è come il rintocco della campana che chiama la sposa di Dio alla preghiera. Signore, ti ho trovato nella terribile grandezza della sofferenza degli altri. Ti ho visto nella sublime accettazione e nell’inspiegabile gioia di coloro la cui vita è tormentata dal dolore. Ma non sono riuscito a trovarti nei miei piccoli mali e nei miei banali dispiaceri. Nella mia fatica ho lasciato passare inutilmente il dramma della tua passione redentrice, e la vitalità gioiosa della tua Pasqua è soffocata dal grigiore della mia autocommiserazione. Signore io credo. Ma tu aiuta la mia fede”.

  3. Marco Ascenzi Says:

    Io non so come interpretare quel mostrare le mani e piedi da parte Gesù. Forse, è che dopo il nostro risorgere da ogni male e problema, cui siamo sottoposti e vittime nella nostra vita, le ferite restano.
    Solo Cristo riuscirà alla fine a guarirci completamente, ed a cicratizzare tutto.

    • simonetta54 Says:

      Anche io credo che chi riesce a guarirci completamente è Gesù, perchè non annulla le ferite ma ci da la capacità di accettarle. Ho sempre creduto, inoltre, per esperienza vissuta, che Lui non permetterà mai una sofferenza che non riusciamo a sopportare, ed in questo ci aiuta soprattutto attraverso l’Eucarestia.
      Trascrivo un passo della riflessione di oggi di “Messa meditazione” che forse ci farà capire meglio
      “…Gesù mostra ai discepoli le mani e i piedi. Perchè le mani e i piedi? Su di essi deve essere stato visibile il segno dei chiodi, della Croce. Il Risorto è riconoscibile dai segni lasciati dalla sofferenza. E poi il cibo. Gesù ha scelto proprio il banchetto eucaristico per rimanere tra i suoi. Il cibo è essenziale nella vita dell’uomo. … Dove è quindi la vera fede, quella che si basa sul Risorto? E’ soprattutto lì dove la sofferenza non è negata, cancellata, nascosta, relegata ai margini, ma dove è accettata, come parte della vita. Essa trova un senso più alto nella sequela di Cristo in Croce. Unendo la propria sofferenza a quella di Cristo, il cristiano partecipa a quel sacrificio. Ed è lì, dove i cristiani si riuniscono per celebrare l’Eucarestia, poichè nell’Eucarestia il Risorto è presente con la sofferenza della croce. Ferite aperte e cibo sono elementi che contraddistinguono un essere vivente. Viverli in adesione a Cristo conduce alla vera vita.”

  4. giuli Says:

    “Pace a voi”, ecco come si manifesta Gesù ai discepoli, chiusi nel cenacolo perchè hanno paura.Gesù mi vuole donare la “sua” pace, perchè solo così potrò essere liberata da ogni paura.Gesù ti prego ari il mio cuore perchè accolga la tua pace.

  5. gpcentofanti Says:

    Come scriveva Marco qualche giorno addietro, il Signore risorto appare spesso ai discepoli mentre parlano di lui: nella Parola del Signore Cristo è presente e opera.
    La prima parola che Cristo risorto dice ai discepoli è pace a voi.Spesso nell’antico testamento la prima parola degli angeli alle persone cui si manifestavavno era “non temete”.Quando incontriamo Cristo il primo dono che ci vuole fare è quello della pace: serenità dai sensi di colpa nei suoi confronti, consolazione nelle prove, speranza di una vita che va verso la risurrezione…L’amore è portatore di pace, di una pace che può farsi viva, pienezza di vita, di donazione, ma prima di tutto pace, perchè Dio ci ama senza condizioni, ci comprende, ci aiuta a comprenderci…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: