Vangelo dalle letture della messa del giorno (Lunedì 26 aprile 2010)

by

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 10,1-10)

In quel tempo, Gesù disse: «In verità, in verità io vi dico: chi non entra nel recinto delle pecore dalla porta, ma vi sale da un’altra parte, è un ladro e un brigante. Chi invece entra dalla porta, è pastore delle pecore. Il guardiano gli apre e le pecore ascoltano la sua voce: egli chiama le sue pecore, ciascuna per nome, e le conduce fuori. E quando ha spinto fuori tutte le sue pecore, cammina davanti a esse, e le pecore lo seguono perché conoscono la sua voce. Un estraneo invece non lo seguiranno, ma fuggiranno via da lui, perché non conoscono la voce degli estranei».
Gesù disse loro questa similitudine, ma essi non capirono di che cosa parlava loro.
Allora Gesù disse loro di nuovo: «In verità, in verità io vi dico: io sono la porta delle pecore. Tutti coloro che sono venuti prima di me, sono ladri e briganti; ma le pecore non li hanno ascoltati. Io sono la porta: se uno entra attraverso di me, sarà salvato; entrerà e uscirà e troverà pascolo. Il ladro non viene se non per rubare, uccidere e distruggere; io sono venuto perché abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza».

5 Risposte to “Vangelo dalle letture della messa del giorno (Lunedì 26 aprile 2010)”

  1. simonetta54 Says:

    “….e le pecore lo seguono perché conoscono la sua voce”

    PREGHIERA da “Messa meditazione”

    Signore nell’assordante rumore del nostro tempo, nel frastuono di voci e richiami, ci sembra difficile sentirti. Ci sono tante voci allettanti, e ci sembra più facile seguire loro. Ci promettono tanto, a buon prezzo! Signore, aiutaci a seguire te. Tu dai la vita per noi, non ci fai solo vane promesse, tu ci salvi realmente. E il prezzo, ricordacelo di tanto in tanto, è l’unico senza concorrenza: tu ci doni tutto gratuitamente! Signore, nell’assordante runore del nostro tempo, ti preghiamo: stacci vicino, aiutaci e non perderci!

  2. Maria Gabriela Corinaldesi Says:

    In questo mondo, dove “apparire”, essere “alla moda”, assettati delle tendenze, un po per lavoro, un po perche il “cornutello”(il diabolo) ci spinge, e ci dice dai….dai anche te….

    ……TI PREGO FA CHE “SEMPRE LA TUA VOCE SIA PIU’ FORTE DI TUTTE QUESTE.
    TI SUPLICO ANCHE SE A VOLTE, MI ATTIRA, SO PER CERTO CHE NON MI PORTA A NULLA . . . . . SOLO “TU CI DAI LA VITA PER SEMPRE”, NON LASCIARE CHE MI PERDA NEL CAMINO ATTIRATA DA QUESTE ALLETTANTI SUGGERIMENTI DI QUESTO MONDO CONSUMISTA E SUPERFICIALE.

  3. simoneriva Says:

    Io sono la via, la verità e la vita. Signore ce lo dici in tutte le maniere, Gesù è la via, è la porta! Una porta per sua natura ha dei contorni, ha una dimensione, a cui volenti o nolenti bisogna adeguarsi per passarci. Certo oggi siamo portati a pensare che ognuno abbia diritto ad avere una propria porta diversa da quela degli altri. Una porta su misura. Ma Gesù è molto chiaro su questo, non ci sono scorciatoie, non ci sono mezze misure. Però l’altra cosa importante è che è verità. Il seguire gli insegnamenti di Gesù che molto spesso possono sembrare privazioni, non farsi affascinare dalle cose che sembrano più belle ecc… potrebbe sembrare un’abnegazione che porta ad una sofferenza in attesa di una ricompensa che verrà in un’altra vita. Invece non è così, e lui ce lo ha detto, Gesù è verità, ecco perchè sperimentando i suoi insegnamenti quelle che possono sembrare delle rinunce, quello che puo sembrare un esercizio masochista di rinunciare al “bello” per il “giusto” si rivela poi nel nostro quotidiano essere una liberazione, e la liberazione porta sempre più la gioia e la Vita vera. Grazie Signore di farci sperimentare fin da quì degli assaggi di “vita”, quegli assaggi che aiutano il nostro spirito nel seguire la tua voce ed il tuo insegnamento.

  4. gpcentofanti Says:

    Solo lo Spirito di Cristo può entrare nel cuore dell’uomo e solo in questo amore l’uomo può rientrare in sè stesso.Il cuore dell’uomo respira e si apre solo nell’amore autentico, quello di Dio.Tutti quelli che sono venuti prima di me, cioè non dietro a me, sono ladri e briganti, ma le pecore non è che non hanno voluto ascoltarli, che anzi l’uomo si può fare allettare da tante superficialità, il fatto è che il cuore delle pecore non è stato liberato da costoro, che non erano nell’autentico amore di Dio.A questo proposito mi ricollego agli spunti di Simone qui sopra.Possiamo cominciare a scegliere delle cose perchè cerchiamo quelle giuste e vere e ci può sembrare, talora, di farlo a scapito di quelle “belle” ma sulla via vera scopriamo sempre più in tante cose una rinnovata comprensione delle cose ed anche della bellezza, della libertà, della liberazione, etc…

  5. giuli Says:

    Gesù è venuto per darci la Vita, se gli apriamo il nostro cuore.Non esclude nessuno.L’episodio di Pietro (prima lettura) ci dimostra proprio questo: Gesù aspetta il nostro sì.

Rispondi a gpcentofanti Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: