La casa della benedizione

by

Da: “Le case di Maria”       di padre Ermes Ronchi

Quelle tra Maria e Elisabetta sono le prime parole che, nel vangelo di Luca, si scambiano due esseri umani. La prima parola di Elisabetta è una benedizione: “Benedetta tu fra le donne”. Su tutte le donne si estende la benedizione di Elisabetta; su tutte le figlie di Eva, su tutte le madri del mondo,su tutta l’umanità al femminile,su tutti i frammenti di Maria, sparsi nel mondo e che hanno nome”” donna” scende questa benedizione. Lo dico con le parole di di un grande mistico, padre  Giovanni  Vannucci:

” A  tutti i frammenti, a tutti gli atomi di Maria sparsi nel mondo e che hanno nome donna, rivolgiamo oggi il saluto di Elisabetta. Benedetta tu ,o donna, che tu sia piena di grazia, che con te sia lo Spirito del Signore, che sia benedetto e benefico agli umani il frutto del tuo seno, che tu possa pacificare la terra, conciliare i fratelli nemici, disarmare Caino, far risorgere Abele, ricondurre tutta la terra al Padre nell’amore del Figlio, nella grazia dello Spirito”.

 La prima parola del primo dialogo evangelico dovremmo tutti custodirla come un tesoro: ” Benedetta tu”. Imparare anche noi a benedire, a dire bene, a cercare le parole più buone. Il primo passo con l’incontro con il mistero e con il cuore dell’altro, è benedire, è poter dire , nella mia casa, allo sposo , ai figli, a mia madre o all’amico: tu sei una benedizione di Dio per me, tu sei un dono di Dio, tu sei salvezza che mi cammina a fianco. Non saremo mai felici se non impariamo a benedire. Benedire il Signore e chi mi ha dato la vita, benedire Dio e chi mi dona amore, benedire il sole e l’acqua, il fuoco e il pane. Come i santi.

3 Risposte to “La casa della benedizione”

  1. Luciana Says:

    Copiando questo brano ,rileggendo questa preghiera ,ho pensato:
    Quale meravigliosa grazia per ogni donna poter essere un frammento, un atomo di Maria.

  2. d. giampaolo centofanti Says:

    Infatti il testo originale si può anche leggere: benedetta tu nelle donne.

  3. simonetta54 Says:

    Ho sempre pensato che mia madre, anche lei di nome Maria, vivesse un po’ come la nostra cara Mamma perchè gran parte della sua vita è trascorsa nel silenzio, silenzio dettato dall’amore per gli altri e dalla volontà di non ferire. Alla sua morte ho chiesto di poter diventare come lei ed oggi, a distanza di 29 anni, sono ancora molto lontana dall’esserlo. Rinnovo questa preghiera a Maria nostra madre affinchè mi aiuti ad avere il giusto discernimento di quando e come parlare. Amen

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: