25 Luglio 2012. Liturgia del giorno. Mercoledì della IV settimana del Salterio. Santi

by

Per i commenti comunitari al vangelo vedere il post precedente.

Grado della Celebrazione: FESTA (s. Giacomo)

Colore liturgico: ROSSO

LETTURE DEL GIORNO

I Lettura 2Cor 4,7-15
Portiamo nel nostro corpo la morte di Gesù.
Salmo (Sal 125)
Chi semina nelle lacrime mieterà nella gioia.
Vangelo Mt 20,20-28
Il mio calice, lo berrete.

LODI

http://www.maranatha.it/Ore/solenfeste/0725lodPage.htm

VESPRI

http://www.maranatha.it/Ore/solenfeste/0725vesPage.htm

COMPIETA

http://www.maranatha.it/Ore/CompTO/GioCPage.htm

SANTI DEL GIORNO

Rallegrati, o Giacomo: quand’eri giovane, domandavi il primo posto in un regno terrestre; divenuto uomo, sei stato reso degno del primo posto presso il Signore della gloria.

Rallegrati, tu che hai visto con i tuoi occhi il Verbo e l’hai contemplato, perché hai lasciato il mestiere di pescatore per cominciare a pescare gli uomini, hai abbandonato il desiderio di un regno terrestre per quello del regno dei cieli, un’eredità effimera per l’eredità perfetta, i beni che passano per i beni del cielo che non avranno mai fine (Niceta David, dal Discorso 5)

Le chiese d’occidente fanno oggi memoria di Giacomo di Zebedeo, apostolo del Signore. I vangeli raccontano che passando lungo il mare di Galilea, Gesù vide su una barca Giacomo di Zebedeo e Giovanni suo fratello intenti a riassettare le reti. Li chiamò, ed essi «subito, lasciata la barca e il padre, lo seguirono». Giacomo fu tra i primi chiamati alla sequela di Gesù, e insieme a Giovanni e Pietro conobbe momenti di particolare intimità con il Signore, divenendo testimone della resurrezione della figlia di Giairo, della gloria della trasfigurazione e dell’agonia nel Getsemani. Impetuoso di carattere, tanto da meritare l’appellativo di «figlio del tuono», e mosso da amore ardente fino alla gelosia per Gesù, al punto da invocare il fuoco dal cielo su quanti si rifiutavano di accoglierlo, Giacomo chiese con il fratello di poter sedere accanto a Gesù nella sua gloria. Gesù gli insegnò allora il prezzo del privilegium amoris, che passa attraverso la condivisione del calice e l’immersione nella morte del Cristo. E Giacomo sarà il primo fra gli apostoli a seguire Gesù anche nella morte violenta, fatto uccidere di spada da Erode a Gerusalemme, verso l’anno 42, poco prima della Pasqua. Nella chiesa copta Giacomo è ricordato il 12 aprile (corrispondente al 25 aprile del calendario gregoriano) e in quelle bizantine il 30 dello stesso mese. Le tradizioni riguardo alla sua predicazione in Spagna e al ritrovamento del suo corpo a Compostela risalgono al VII-VIII secolo.

(tratto da http://www.monasterodibose.it)

http://it.gloria.tv/?media=178877

Oggi si ricordano anche san Cristoforo, ?-250, martire in Licia durante l’imperatore Decio

http://www.santiebeati.it/dettaglio/64200

santa Valentina, Tea e Paolo, ?-309, martiri sotto Massimiano a Cesarea in Palestina

http://www.santiebeati.it/dettaglio/64250

san Cucufate (Cugat), inizio IV sec., martire in Barcellona durante l’imperatore Diocleziano

http://www.santiebeati.it/dettaglio/91568

san Bonifacio, martire

http://www.santiebeati.it/dettaglio/92063

santa Eugenia, martire

http://www.santiebeati.it/dettaglio/92064

santi Giustino, Fiorenzo, Felice e Giusta, III sec. sec- 310, martiri a Furcia, durante l’imperatore   Diocleziano

http://www.santiebeati.it/dettaglio/92356

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: