Vangelo (Mt 14,1-12) del giorno dalle letture della Messa (Sabato 1 Agosto 2015) con commento comunitario

by

SANT’ALFONSO MARIA DE LIGUORI, vescovo e dottore della Chiesa

Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 14,1-12)

In quel tempo al tetrarca Erode giunse notizia della fama di Gesù. Egli disse ai suoi cortigiani: «Costui è Giovanni il Battista. È risorto dai morti e per questo ha il potere di fare prodigi!».

Erode infatti aveva arrestato Giovanni e lo aveva fatto incatenare e gettare in prigione a causa di Erodìade, moglie di suo fratello Filippo. Giovanni infatti gli diceva: «Non ti è lecito tenerla con te!». Erode, benché volesse farlo morire, ebbe paura della folla perché lo considerava un profeta.

Quando fu il compleanno di Erode, la figlia di Erodìade danzò in pubblico e piacque tanto a Erode che egli le promise con giuramento di darle quello che avesse chiesto. Ella, istigata da sua madre, disse: «Dammi qui, su un vassoio, la testa di Giovanni il Battista».

Il re si rattristò, ma a motivo del giuramento e dei commensali ordinò che le venisse data e mandò a decapitare Giovanni nella prigione. La sua testa venne portata su un vassoio, fu data alla fanciulla e lei la portò a sua madre.

I suoi discepoli si presentarono a prendere il cadavere, lo seppellirono e andarono a informare Gesù.

Questo è il Vangelo dell’ 1 Agosto, quello del 31 Luglio lo potete trovare qualche post più sotto

Annunci

3 Risposte to “Vangelo (Mt 14,1-12) del giorno dalle letture della Messa (Sabato 1 Agosto 2015) con commento comunitario”

  1. d. giampaolo centofanti Says:

    Quanto ci possono influenzare le persone intorno a noi e dunque come è importante riflettere su questo punto.E come il nostro cammino può a sua volta influenzare quello degli altri.Il Signore ci fa crescere con serenità ma, gradualmente, anche con serena attenzione a vivere nella fede e nemmeno in un bene qualsiasi anche le scelte più piccole. Ogni mio gesto infatti è portatore di una tendenziale dinamica. Di vita o di spegnimento, disorientamento, di vita.

  2. M&C Says:

    “L’acquisizione e il mantenimento della pace interiore, impossibili senza la preghiera, dovrebbero essere considerati una priorità, soprattutto per chi ha la pretesa di voler fare del bene al prossimo.
    In caso contrario, spesso comunicheremmo a chi è nella difficoltà solo le nostre inquietudini.”

    Jacques Philippe (La pace del cuore)

  3. Marco Ascenzi Says:

    Le passioni possono davvero tarvolgerci se non nutriamo la nostra fede, con una preghiera assidua ed una frequanza ai sacramenti. Erode vede In Gesù il Giovanni Battista risorto, avvicinandosi più di tanti altri nel riconoscere il Signore come il vero messia, ma tutto viene reso vano dalla sua superbia!.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: