Vangelo (Mt 20,17-28) del giorno dalle letture della Messa (Mercoledì 15 Marzo 2017) con commento comunitario

by

Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 20,17-28)

In quel tempo, mentre saliva a Gerusalemme, Gesù prese in disparte i dodici discepoli e lungo il cammino disse loro: «Ecco, noi saliamo a Gerusalemme e il Figlio dell’uomo sarà consegnato ai capi dei sacerdoti e agli scribi; lo condanneranno a morte e lo consegneranno ai pagani perché venga deriso e flagellato e crocifisso, e il terzo giorno risorgerà».

Allora gli si avvicinò la madre dei figli di Zebedèo con i suoi figli e si prostrò per chiedergli qualcosa. Egli le disse: «Che cosa vuoi?». Gli rispose: «Di’ che questi miei due figli siedano uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno».
Rispose Gesù: «Voi non sapete quello che chiedete. Potete bere il calice che io sto per bere?». Gli dicono: «Lo possiamo». Ed egli disse loro: «Il mio calice, lo berrete; però sedere alla mia destra e alla mia sinistra non sta a me concederlo: è per coloro per i quali il Padre mio lo ha preparato».

Gli altri dieci, avendo sentito, si sdegnarono con i due fratelli. Ma Gesù li chiamò a sé e disse: «Voi sapete che i governanti delle nazioni dòminano su di esse e i capi le opprimono. Tra voi non sarà così; ma chi vuole diventare grande tra voi, sarà vostro servitore e chi vuole essere il primo tra voi, sarà vostro schiavo. Come il Figlio dell’uomo, che non è venuto per farsi servire, ma per servire e dare la propria vita in riscatto per molti».

Questo è il Vangelo del 15 Marzo, quello del 14 Marzo lo potete trovare qualche post più sotto.

Annunci

3 Risposte to “Vangelo (Mt 20,17-28) del giorno dalle letture della Messa (Mercoledì 15 Marzo 2017) con commento comunitario”

  1. Simone Riva Says:

    Solo quando si ama veramente si diviene servi e felici di servire. Così una madre e un padre verso un bambino appena nato sono servi in tutto verso il bambino perché lo amano così noi nel nostro cammino di fede siamo chiamati ad amare tutti e il servire è la conseguenza dell’amore. Signore trasforma sempre più il mio cuore in un cuore capace di amare perché sempre più pieno del Tuo amore.

  2. d. giampaolo centofanti Says:

    http://content.streamhoster.com/preview/lv_sjrfairport2/broadcast1?autoPlay=1&showPlayPauseBtn=0&width=640&height=360

  3. Marco Ascenzi Says:

    L’esperienza che ci propone Gesù non può essere capita, se non la si vive veramente. Anche gli apostoli con il loro cuore aperto,sono passati per momenti di grande incertezze e confusione, che hanno vissuto insieme e condiviso. Questi passaggi con il tempo si sono dimostrati fondamentali, per la loro crescita nella fede e nella loro umanità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: