Vangelo (Gv 4,43-54) del giorno dalle letture della Messa (Lunedì 27 Marzo 2017) con commento comunitario

by

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 4,43-54)

In quel tempo, Gesù partì [dalla Samarìa] per la Galilea. Gesù stesso infatti aveva dichiarato che un profeta non riceve onore nella propria patria. Quando dunque giunse in Galilea, i Galilei lo accolsero, perché avevano visto tutto quello che aveva fatto a Gerusalemme, durante la festa; anch’essi infatti erano andati alla festa.

Andò dunque di nuovo a Cana di Galilea, dove aveva cambiato l’acqua in vino. Vi era un funzionario del re, che aveva un figlio malato a Cafàrnao. Costui, udito che Gesù era venuto dalla Giudea in Galilea, si recò da lui e gli chiedeva di scendere a guarire suo figlio, perché stava per morire.

Gesù gli disse: «Se non vedete segni e prodigi, voi non credete». Il funzionario del re gli disse: «Signore, scendi prima che il mio bambino muoia». Gesù gli rispose: «Va’, tuo figlio vive». Quell’uomo credette alla parola che Gesù gli aveva detto e si mise in cammino.

Proprio mentre scendeva, gli vennero incontro i suoi servi a dirgli: «Tuo figlio vive!». Volle sapere da loro a che ora avesse cominciato a star meglio. Gli dissero: «Ieri, un’ora dopo mezzogiorno, la febbre lo ha lasciato». Il padre riconobbe che proprio a quell’ora Gesù gli aveva detto: «Tuo figlio vive», e credette lui con tutta la sua famiglia.

Questo fu il secondo segno, che Gesù fece quando tornò dalla Giudea in Galilea.

Questo è il Vangelo del 27 Marzo, quello del 26 Marzo lo potete trovare qualche post più sotto.

Annunci

3 Risposte to “Vangelo (Gv 4,43-54) del giorno dalle letture della Messa (Lunedì 27 Marzo 2017) con commento comunitario”

  1. Simone Riva Says:

    “Quell’uomo credette alla parola… ”
    A quel funzionario non è servito vedere la guarigione del figlio, perché il suo credere è stato sulla parola pronunciata da Gesù. Non gli è servito toccare con mano. Signore fa che la mia fede sia sempre più basata sulla Tua Parola e non sui segni.

  2. d. giampaolo centofanti Says:

    https://gpcentofanti.wordpress.com/2017/03/27/cercare-la-via-del-concreto-discernere-del-gesu-dei-vangeli/

  3. gabriela corinaldesi Says:

    Gesù gli disse: «Se non vedete segni e prodigi, voi non credete»

    Ho sottolineato questo perchè pensò che sia importante per credere e avere fede non rimanere fermi ai segni esterni.
    Questo funzionario lo aveva fat, ecco perchè Gesù ha portato in vita a suo bambino.
    Mi fa riflettere che anche io dovrei fare come questo funzionario, rimettere tutte le mie difficoltà nelle mani del Signore, solo così senza chiedere nulla e lasciando fare a Lui sarò piena di gioia e usciranno del mio cuore le ansie e le paure che mi tengono imprigionata.

    Signore donami la luce per capire che solo Tu puoi aprire le porte delle mie prigioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: