Vangelo (Gv 10,31-42) del giorno dalle letture della Messa (Venerdì 7 Aprile 2017) con commento comunitario

by

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 10,31-42)

In quel tempo, i Giudei raccolsero delle pietre per lapidare Gesù. Gesù disse loro: «Vi ho fatto vedere molte opere buone da parte del Padre; per quale di esse volete lapidarmi?». Gli risposero i Giudei: «Non ti lapidiamo per un’opera buona, ma per una bestemmia: perché tu, che sei uomo, ti fai Dio».
Disse loro Gesù: «Non è forse scritto nella vostra Legge: “Io ho detto: voi siete dèi”? Ora, se essa ha chiamato dèi coloro ai quali fu rivolta la parola di Dio – e la Scrittura non può essere annullata -, a colui che il Padre ha consacrato e mandato nel mondo voi dite: “Tu bestemmi”, perché ho detto: “Sono Figlio di Dio”? Se non compio le opere del Padre mio, non credetemi; ma se le compio, anche se non credete a me, credete alle opere, perché sappiate e conosciate che il Padre è in me, e io nel Padre». Allora cercarono nuovamente di catturarlo, ma egli sfuggì dalle loro mani.
Ritornò quindi nuovamente al di là del Giordano, nel luogo dove prima Giovanni battezzava, e qui rimase. Molti andarono da lui e dicevano: «Giovanni non ha compiuto nessun segno, ma tutto quello che Giovanni ha detto di costui era vero». E in quel luogo molti credettero in lui.

Questo è il Vangelo del 7 Aprile, quello del 6 Aprile lo potete trovare qualche post più sotto.

Annunci

2 Risposte to “Vangelo (Gv 10,31-42) del giorno dalle letture della Messa (Venerdì 7 Aprile 2017) con commento comunitario”

  1. Simone Riva Says:

    “Se non compio le opere del Padre mio, non credetemi…” La Parola di oggi mi fa soffermare sulle opere, opere che sono il metro, il termometro della nostra fede. Proprio come scritto in Giacomo “Così anche la fede: se non ha le opere, è morta in se stessa.”.
    Quanto il mio cammino di fede è operoso? Se la preghiera non diviene richiesta di avere la forza ed il coraggio di divenire io mano di Dio, pronto ad agire, a donarmi, a fare, a perdere qualcosa di me stesso a vantaggio dell’altro allora diviene uno spreco di parole. Signore aiutami sorretto dal tuo Spirito a divenire sempre più operoso.

  2. gabriela corinaldesi Says:

    “Sono Figlio di Dio”

    Oggi Gesù ci dice come ieri sono il Figlio di Dio, ho tante opere da compiere su di te,
    Sono vicino a te, ti proteggo e ti libero di ogni male, non temere e cammina unito a me, al mio amore, abbi fede e non temere.

    Grazie Dio perchè mi mi chiami per nome e mi ami.con tutti i miei limiti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: