Vangelo (Lc 24,35-48) del giorno dalle letture della Messa (Giovedì 20 Aprile 2017) con commento comunitario

by

Dal Vangelo secondo Luca (Lc 24,35-48)

In quel tempo, [i due discepoli che erano ritornati da Èmmaus] narravano ciò che era accaduto lungo la via e come l’avevano riconosciuto nello spezzare il pane.

Mentre essi parlavano di queste cose, Gesù in persona stette in mezzo a loro e disse: «Pace a voi!». Sconvolti e pieni di paura, credevano di vedere un fantasma. Ma egli disse loro: «Perché siete turbati, e perché sorgono dubbi nel vostro cuore? Guardate le mie mani e i miei piedi: sono proprio io! Toccatemi e guardate; un fantasma non ha carne e ossa, come vedete che io ho». Dicendo questo, mostrò loro le mani e i piedi.

Ma poiché per la gioia non credevano ancora ed erano pieni di stupore, disse: «Avete qui qualche cosa da mangiare?». Gli offrirono una porzione di pesce arrostito; egli lo prese e lo mangiò davanti a loro.

Poi disse: «Sono queste le parole che io vi dissi quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella Legge di Mosè, nei Profeti e nei Salmi». Allora aprì loro la mente per comprendere le Scritture e disse loro: «Così sta scritto: il Cristo patirà e risorgerà dai morti il terzo giorno, e nel suo nome saranno predicati a tutti i popoli la conversione e il perdono dei peccati, cominciando da Gerusalemme. Di questo voi siete testimoni».

Questo è il Vangelo del 20 Aprile, quello del 19 Aprile lo potete trovare qualche post più sotto.

Annunci

3 Risposte to “Vangelo (Lc 24,35-48) del giorno dalle letture della Messa (Giovedì 20 Aprile 2017) con commento comunitario”

  1. d. giampaolo centofanti Says:

    https://gpcentofanti.wordpress.com/2017/04/19/alla-ricerca-di-una-sempre-rinnovata-comprensione-delle-vie-e-dei-modi-di-una-comunione-reale/?iframe=true&theme_preview=true

  2. Simone Riva Says:

    “Di questo voi siete testimoni” La Parola di oggi mi fa soffermare su questo nostro essere testimoni. Il testimone è colui che ha avuto un’esperienza diretta e nulla lo può sviare da ciò che ha visto perché è certezza. Una certezza che porta il testimone a non perdere occasione per proclamare e annunciare ciò che ha visto. Ma quanto vivo da testimone? Quanto mi affido nella vita a ciò che mi dice il Signore confidando che anche se sembra impossibile Lui mi darà la forza di farlo? Esperienze di affidamento che diventano sempre più un vivere con Lui ed in Lui che portano poi sempre più alla necessità di testimoniarlo, una testimonianza che passa sempre più dalle parole ad una testimonianza di vita, con la vita e quindi credibile. Signore donami sempre più la forza di affidarmi e di testimoniare con la mia vita ciò che ho visto e vedo.

  3. gabriela corinaldesi Says:

    Riconoscere Gesù risorto è una gioia grande.
    Sperare sempre che il Signore possa aprire il nostro cuore per scoprilo è una enorme grazia!!!!
    Possa Lui permetterci di riconoscerlo e far si che il Suo spirito entri nel nostro cuore e godere del Suo dolce e tenero Amore!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: