Liturgia del giorno: Audio salmo 2

by

Lunedì, 24 _  Aprile _ 2017


 

Beato chi si rifugia in te, Signore.

[1] Perché le genti congiurano
perché invano cospirano i popoli?[2] Insorgono i re della terra
e i principi congiurano insieme
contro il Signore e contro il suo Messia:

[3] “Spezziamo le loro catene,
gettiamo via i loro legami”.

[4] Se ne ride chi abita i cieli,
li schernisce dall’alto il Signore.

[5] Egli parla loro con ira,
li spaventa nel suo sdegno:

[6] “Io l’ho costituito mio sovrano
sul Sion mio santo monte”.

[7] Annunzierò il decreto del Signore.
Egli mi ha detto: “Tu sei mio figlio,
io oggi ti ho generato.

[8] Chiedi a me, ti darò in possesso le genti
e in dominio i confini della terra.

[9] Le spezzerai con scettro di ferro,
come vasi di argilla le frantumerai”.

[10] E ora, sovrani, siate saggi
istruitevi, giudici della terra;

[11] servite Dio con timore
e con tremore esultate;

[12] che non si sdegni e voi perdiate la via.
Improvvisa divampa la sua ira.
Beato chi in lui si rifugia.

Premere qui per ascoltare il salmo.


Ritaglio del Vangelo odierno:
«Come può nascere un uomo quando è vecchio? Può forse entrare una seconda volta nel grembo di sua madre e rinascere?». Rispose Gesù: «In verità, in verità io ti dico, se uno non nasce da acqua e Spirito, non può entrare nel regno di Dio.

 

 

Immagine correlata

Le ali degli angeli

Anna Rita Mazzocco, Cantico di Tommaso

“Cos’è quest’uomo
perché tu, mio Dio,
l’abbia fatto poco meno degli angeli?” (Salmo 8).
Le sue ali sono di zucchero filato
i cieli a cui l’hai destinato
sono di latte e miele
mentre la tenerezza
con cui l’hai plasmato
l’ha reso per sempre
vulnerabile al tuo amore.
Mi accascio e mi rialzo,
piango e subito abbozzo un sorriso,
provo rancore mentre anelo la pace
sono deluso e intanto spero
mi rifugio impaurito
e sospiro l’avventura…

Per quali cieli
m’hai destinato mio Dio?
E cos’è quest’interminabile sfida,
che accompagna il mio respiro
e perché un’impalpabile ragnatela
basta ad imbrigliarmi le ali
per non farmi tornare a casa?
Cos’è quest’uomo mio Dio
perché tu l’abbia voluto
malato per sempre d’amore?

Io lo so, Signore:
so chi ha intessuto le ali degli angeli.
Conosco il telaio e l’ordito
usato per ricamarci il loro volo.
Riconosco l’impronta di quella mano
nel mistero che sono
perché nulla mi sazia
in questo misero orizzonte,
nulla m’acquieta
in questo spazio di tempo
che mi separa da te.

Annunci

Una Risposta to “Liturgia del giorno: Audio salmo 2”

  1. pinuccia513 Says:

    Bellissima grazie! 😘

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: