Vangelo (Gv 6,44-51) del giorno dalle letture della Messa (Giovedì 4 Maggio 2017) con commento comunitario

by

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 6,44-51)

In quel tempo, disse Gesù alla folla:
«Nessuno può venire a me, se non lo attira il Padre che mi ha mandato; e io lo risusciterò nell’ultimo giorno.

Sta scritto nei profeti: “E tutti saranno istruiti da Dio”. Chiunque ha ascoltato il Padre e ha imparato da lui, viene a me. Non perché qualcuno abbia visto il Padre; solo colui che viene da Dio ha visto il Padre. In verità, in verità io vi dico: chi crede ha la vita eterna.
Io sono il pane della vita. I vostri padri hanno mangiato la manna nel deserto e sono morti; questo è il pane che discende dal cielo, perché chi ne mangia non muoia.
Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo».

Questo è il Vangelo del 4 Maggio, quello del 3 Maggio lo potete trovare qualche post più sotto.

Annunci

3 Risposte to “Vangelo (Gv 6,44-51) del giorno dalle letture della Messa (Giovedì 4 Maggio 2017) con commento comunitario”

  1. pinuccia513 Says:

    Amen!

  2. Simone Riva Says:

    La Parola di oggi mi fa soffermare su quell’essere “attirati” dal Padre, su quell’essere istruiti da Dio…
    La Parola di oggi insomma mi viene a ricordare che tutto è dono, anche il mio camminare, noi siamo solamente chiamati ad ascoltare e per ascoltare devo mettere da parte tutte le mie esigenze, tutti i miei piani, tutto il mio io per aprirmi a ciò che veramente il Signore vuole dirmi e non attendere invano qualcosa che vorrei ascoltare da Dio. Signore donami il dono dell’ascolto.

  3. gabriela corinaldesi Says:

    Io sono il pane vivo, disceso dal cielo.

    I Farisei davanti a questa affermazione non capivano,credevano che Gesù fosse indemoniato, perchè loro ragionavano con il cervello da umani no con i ragionamenti del nostro Padre celeste!!!!
    Quante volte inciampiamo anche noi in questo errore, quante volte siamo ciechi ai tanti segni di Dio perchè non vediamo al di là di noi stessi, stiamo molto pressi di noi e i nostri occhi non sono rivolti al cielo, sono chiusi al piccolo mondo che riguarda solo noi e non sapiamo abbracciare la nostra croce per unirci al Signore.
    Solo aprendoci al Signore, possiamo gioire del Suo Amore.

    Signore fa che sia unito a Te per mezzo del Amore di Gesù!!!.
    Aiutami ad amare e a sentirmi amato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: