Vangelo (Mc 12,1-12) del giorno dalle letture della Messa (Lunedì 5 Giugno 2017) con commento comunitario

by

Dal Vangelo secondo Marco (Mc 12,1-12)

In quel tempo, Gesù si mise a parlare con parabole [ai capi dei sacerdoti, agli scribi e agli anziani]:
«Un uomo piantò una vigna, la circondò con una siepe, scavò una buca per il torchio e costruì una torre. La diede in affitto a dei contadini e se ne andò lontano.
Al momento opportuno mandò un servo dai contadini a ritirare da loro la sua parte del raccolto della vigna. Ma essi lo presero, lo bastonarono e lo mandarono via a mani vuote. Mandò loro di nuovo un altro servo: anche quello lo picchiarono sulla testa e lo insultarono. Ne mandò un altro, e questo lo uccisero; poi molti altri: alcuni li bastonarono, altri li uccisero.
Ne aveva ancora uno, un figlio amato; lo inviò loro per ultimo, dicendo: “Avranno rispetto per mio figlio!”. Ma quei contadini dissero tra loro: “Costui è l’erede. Su, uccidiamolo e l’eredità sarà nostra!”. Lo presero, lo uccisero e lo gettarono fuori della vigna.
Che cosa farà dunque il padrone della vigna? Verrà e farà morire i contadini e darà la vigna ad altri. Non avete letto questa Scrittura: “La pietra che i costruttori hanno scartato è diventata la pietra d’angolo; questo è stato fatto dal Signore ed è una meraviglia ai nostri occhi?”».
E cercavano di catturarlo, ma ebbero paura della folla; avevano capito infatti che aveva detto quella parabola contro di loro. Lo lasciarono e se ne andarono.

Questo è il Vangelo del 5 Giugno, quello del 4 Giugno lo potete trovare qualche post più sotto.

Annunci

2 Risposte to “Vangelo (Mc 12,1-12) del giorno dalle letture della Messa (Lunedì 5 Giugno 2017) con commento comunitario”

  1. Simone Riva Says:

    “Costui è l’erede. Su, uccidiamolo e l’eredità sarà nostra!”. ” La Parola di oggi mi fa soffermare su questo rischio che si corre. Un rischio di non vedere, di non accogliere l’eredità perché pretendiamo di prendercela da noi, di “guadagnarcela”. Signore fa che il Tuo Spirito mi guidi nel vivere sempre più pienamente l’eredità che tu ci hai dato, un eredità che nessuno avrebbe mai potuto guadagnare se non Tu stesso attraverso la donazione del Tuo figlio prediletto.

  2. mascenzi Says:

    Fare la volonta’ drl Signore, significa mettere in pratica la sua parola, senza che ce ne appropriamo di essa, rischiando cosi’ di stravolgerla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: