L’IMMACOLATA: MESSAGGIO DI DIO Cardinale Giuseppe Siri/L’IMMACOLATA LUCE SUL MONDO

by

 

La Vergine Maria è grande perché è Madre di Dio ed è stata concepita Immacolata perché doveva essere la Madre di Dio. Tale verità è contenuta nel saluto dell’An¬gelo; l’Angelo entrò da Lei e disse: “Ave, piena di Grazia, il Signore è con Te, Tu sei benedetta fra le donne”. Questo saluto stupisce e questo saluto contiene im-plicitamente la verità dell’Immacolato Concepimento del¬la Vergine. Perché? Perché se la Vergine per un momento solo fosse stata toccata dal peccato d’origine e pertanto soggetta alla legge mortale di tutta quanta l’umanità, non sarebbe stato vero che Essa era piena di grazia, che essa era la “benedetta” tra le donne.
Ma dobbiamo insistere nel risentire dentro di noi il discorso dell’Angelo; badate bene: queste parole costitui¬scono un atto di culto verso la Vergine Santissima.

Il culto consiste nel riconoscere una eccellenza in una creatura e manifestare questo riconoscimento con at¬ti congrui, sia interni che esterni. E allora l’Angelo La saluta rispettosamente; è un Angelo, non è un uomo, rico¬nosce in Lei qualche cosa che non si potrebbe dire di nessun altro uomo: è un atto di culto. Siccome chi lo compie è un messaggero di Dio che viene a parlare in nome di Lui ed annunciare alla piccola Vergine di Naza¬reth il fatto piú grande della storia umana, pertanto la iniziativa di culto alla Vergine, che in quel momento di¬venta Madre del Signore con la Sua accettazione, è voluto da Dio; l’Angelo non fa altro che quello che Dio gli ha comandato.
Traiamo le conseguenze: Dio non solo vuole che si abbia culto per Colei che sarebbe stata la Madre di Cristo, ma ne ha dato l’esempio. Volete di piú?
Si sentono talvolta voci che vorrebbero dipanare le cose: non c’è niente da dipanare!
Dio ha parlato: su quello che Dio ha detto e ha fatto, e di cui ha dato l’esempio, non si discute. Tutto quello che il popolo cristiano fa per la Vergine (si capisce, nella sfera della venerazione e non dell’adorazione, che è dovuta soltanto a Dio), tutto questo è approvato, è ammi¬rato, è benedetto. Non ci sono esagerazioni, non possono esistere esagerazioni dopo che l’iniziativa di questa vene¬razione è stata presa dall’Eterno!
Ma vorrei sottolineare una seconda riflessione.
Il saluto dell’Angelo, che accoglie la risposta di Ma¬ria ad essere Madre di Dio, porta con sé la destinazione suprema dell’Umanità, perché è il fatto che indica il pun¬to centrale della storia umana, cioè l’Incarnazione del Fi¬glio di Dio, l’incontro tra il cielo e la terra.
E’ il punto saliente, è l’unica cosa che avrà delle conseguenze sue, l’unica cosa veramente straordinaria che sia accaduta al mondo, il resto è tutto ordinario!
Il resto non è altro che il frutto del male, che si increspa in modi diversi, che un po’ si alza, un po’ si abbassa, che talvolta s’accontenta di una forza minima, che talvolta raggiunge una forza superiore, ma è il girar della storia per dar modo di dipanarsi alla libertà umana. E il modo di dipanarsi alla libertà umana è dato perché senza libertà non ci sarebbe il merito.
Ma tutto questo è accaduto nel silenzio. Vedete, l’evangelista Luca, che ci fa questo racconto; probabilissimamente, anzi secondo la tradizione sarebbe certo, intese questo dalla Vergine Maria.
Se non l’ha inteso dalla Vergine Maria ha dovuto intenderlo da qualchedun’altro, al quale la Vergine Maria l’aveva confidato o lo ha appreso direttamente dal Signo¬re nella Divina Ispirazione, che in questo caso sarebbe stata anche infusione di notizia nell’intelligenza dell’evan¬gelista, ossia dell’agiografo: Ma tutto questo accadde nel silenzio! L’Immacola¬to Concepimento della Vergine, la grande prima vittoria della Redenzione, accadde in silenzio.
Perché io insisto su questo silenzio? Perché il silen¬zio dice che tutte le altre cause erano esterne, estranee, non entravano in questo punto direttamente.
Dio risolve le questioni degli uomini nel Suo eterno silenzio. Le cose dell’umanità sono sempre risolte in quel¬lo che a noi sfugge, che noi non sappiamo e che sta sol¬tanto nelle mani di Dio.
In questo brano del Vangelo, vediamo come prota¬gonisti soltanto una Vergine umilissima, silenziosa e un Angelo, uno spirito celeste al quale sono estranei tutti i potentati della terra e tutte le cause che possono agire nel mondo per determinare o un modo o l’altro della solita onda del mare che s’increspa; tutto questo è stato soltan¬to da parte di Dio.
Fratelli, quello che deciderà della nostra vita sta nel¬le mani di Dio, ricordiamocelo, non andiamo soggetti all’illusione che potendo noi gridare, dimenarci, fare qualche cosa, far parlare i giornali o la televisione, noi siamo qual¬che cosa.
No! Quello che deciderà di noi, del nostro domani è nelle mani di Dio!
Il domani, se si dovesse svolgere secondo le cause che ora sono nella storia, potrebbe darci delle serie ap¬prensioni; per fortuna è nelle mani di Dio e non nelle mani degli uomini.
Badate che questo brano del Vangelo, che facendoci vedere nel segreto di una casa di Nazareth la risoluzione vera, l’unica della storia e l’unico fatto veramente straor¬dinario di essa, ci ricorda la grande verità, che tutto sta nelle mani di Colui che ci ama, che ci ha redenti.
Nelle mani Sue è stato l’aver deciso che la Vergine fosse Immacolata, principio di una storia, principio logico di una eterna logica, ma annuncio anche per noi, annun¬cio dato in forma soave e lene di una nostra Redenzione. Sottopongo alla vostra considerazione una ultima riflessione: in quale cornice noi dobbiamo vedere questa Vergine Madre, umile nel Suo silenzio?
Nel capitolo dodicesimo dell’Apocalisse Maria è de¬scritta con la luna sotto i Suoi piedi e sul capo una corona di dodici stelle. Noi sappiamo che questa visione del veg-gente di Patmos è una visione simbolica, ma proprio per questo fortemente indicativa. La Vergine Immacolata è circondata di luce ed è proprio su questo aspetto che richiamo la vostra attenzione.
In Lei tutto è luce, nessuna macchia, le macchie appartengono alle tenebre. A Lei si conviene soltanto la luce. La luce: non c’è onore senza luce, non c’è rettitudi¬ne senza luce, non c’è grandezza senza luce.
La creazione, nella narrazione della Genesi, si apre così: “Disse Dio sia fatta la luce e la luce fu fatta”. Quel¬lo che invito a vedere nella Vergine Immacolata è la luce, ma ritenete ben chiaro e fermo il simbolismo di questa luce, nessuna macchia, le storture appartengono alle te¬nebre non alla lisce, le menzogne appartengono alle tene¬bre non alla luce, le impurità, tutte, appartengono alle tenebre, non alla luce.
S. Giovanni nel prologo del suo Vangelo ci porta alla luce, era quello che aveva potuto sintetizzare di tutto quello che lui, apostolo prediletto e vergine, aveva potuto vedere, sentire e meditare del Cristo, la luce. E’ soltanto nella luce che i colori si vivificano, nelle tenebre tutto è spento.
Nostro Signore, terminando l’intervista notturna a Nicodemo, al termine del capitolo terzo di S. Giovanni, dice che molti uomini non possono vedere, manca la luce; e perché? Ne dà la grande ragione: perché le loro opere sono cattive, il che significa che, quando non c’è la retti¬tudine morale, si restringe, nell’intelligenza dell’uomo, la capacità di avvicinarsi alla verità, di intenderla e, quando essa è comprensibile, di capirla.
Vorrei che la Vergine Immacolata la vedeste sempre così: nella luce, come appare nella visione che Giovanni ebbe nell’isola di Patmos.

Continua….

“Casa Mariana” Maria SS del Buon Consiglio – 83040 FRIGENTO – (AV)

2 Risposte to “L’IMMACOLATA: MESSAGGIO DI DIO Cardinale Giuseppe Siri/L’IMMACOLATA LUCE SUL MONDO”

  1. Pinuccia Dattoli Says:

    Grazie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: