Archive for the ‘Sport’ Category

Rugby di Pasqua: meta «regalata» al compagno

18 aprile 2017

Roberto Mazzoli

Domenica 16 aprile 2017

Si ferma a pochi passi dalla meta per far realizzare un sogno a un compagno di gioco. E così una partita di rugby tra le squadre Under14 dell’Urbino e del Fano si trasforma in una piccola lezione di vita. Protagonista è Giacomo Ronconi, classe 2003. È considerato tra i “vecchi” della sua squadra. A 10 minuti dalla fine della partita s’invola verso i pali avversari saltando tutti gli ostacoli verso la sua terza meta. Giunto a un passo dalla segnatura si arresta tra l’incredulità generale e, con l’ovale ben saldo tra le braccia, si volta cercando con lo sguardo Gianluca Tortora, chiamandolo poi a gran voce. Si tratta del rugbista più piccolo del gruppo, ha iniziato a giocare da pochi mesi e mai prima d’ora è riuscito a segnare. «Tieni, fai meta tu!». Per Gianluca si realizza un sogno: è la sua prima realizzazione ufficiale, un “momento di gloria” che fa scattare in piedi tutta la panchina. «Siamo orgogliosi di lui – dicono oggi gli allenatori – perché questo gesto vale più di tante vittorie».

E nel suo messaggio per la Pasqua l’assistente del Csi di Fano, don Steven Carboni, mette l’accento proprio su questo insegnamento semplice che arriva dai bambini. «Storie come questa – spiega – hanno un gusto dal sapore pasquale perché parlano di un sacrificio non fine a se stesso; perché raccontano che è bello e possibile correre e spendersi per dare gioia a tutti gli altri; perché sanno di umiltà, capace di mettere al centro qualcuno che non ha bisogno di mettere al centro se stesso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte:

https://www.avvenire.it/rubriche/pagine/rugby-di-pasqua-meta-regalata-al-compagno


Italia Sudafrica 20-18 Storica vittoria degli azzurri del rugby

20 novembre 2016

image

(more…)

L’Haka degli All Blacks allo stadio Olimpico di Roma

12 novembre 2016

image

12 NOVEMBRE 2016

I giocatori della nazionale neozelandese di rugby l’hanno eseguita prima della partita contro l’Italia

http://www.youtube.com/watch?v=Cvmdc5Azo8c&feature=youtube_gdata_player

Alle 15 è iniziata la partita di rugby tra Italia e Nuova Zelanda, che si gioca allo Stadio Olimpico di Roma. I giocatori della nazionale neozelandese sono noti come All Blacks, per via del tradizionale colore delle loro maglie che sono (quasi) tutte nere. Come da tradizione, prima della partita gli All Blacks hanno fatto l’Haka, la danza tipica del popolo Maori, l’etnia originaria della Nuova Zelanda. Fa sempre un grande effetto.

(more…)

L’uomo più veloce del mondo è devoto alla Medaglia Miracolosa – Top Stories – Aleteia.org – Italiano

18 agosto 2016

Conosci il significato di questa Medaglia?

ALETEIA
16 AGOSTO 2016

image

Usain Bolt è attualmente l’uomo più veloce al mondo: per le terze Olimpiadi consecutive (dopo Pechino 2008 e Londra 2012), il 14 di agosto ha ottenuto la medaglia d’oro nei 100 metri. Ma queste tre medaglie d’oro non sono le uniche che porta. L’atleta ne indossa un’altra sempre al collo, conosciuta come Medaglia Miracolosa, frutto delle apparizioni della Madonna a Santa Caterina Labouré.

(more…)

Ginnastica azzurra, questione di squadra | Avvenire.it

23 ottobre 2015

image

http://mobile.avvenire.it/Sport/Pagine/GINNASTICA-azzurra-.aspx

Trevisan spiazza tutti: “Ciao mio caro rugby, divento missionario”

29 agosto 2015

http://m.repubblica.it/mobile/r/sezioni/sport/rugby/2015/08/28/news/la_storia_-121755121/?refresh_ce

(more…)

Rugby, Sei Nazioni: Scozia-Italia 19-22. Secondo successo esterno azzurro

28 febbraio 2015

Parisse scappa e va. Fama

Sotto 10-0 gli azzurri di Brunel dominano: mete di Furno e Venditti, poi la meta tecnica all’ultimo assalto e primi due punti di questa edizione: nel 2007 l’altra vittoria dell’Italia a Murrayfield.

 

28 FEBBRAIO 2015 – EDIMBURGO (SCO)

SCOZIA-ITALIA 19-22 (16-15) SCOZIA: Hogg; Seymour, Bennett (Scott dal 27’ st), Dunbar, Lamont; Horne (Tonks dal 39’ st), Laidlaw (Hidalgo-Clyne dal 35’ st); Beattie (Watson dall’11 st), Cowan, Harley; Gray, Swinson (Toolis dal 30’ st); Murray (Cross dal 35’ st), Ford, Dickinson (Grant dal 27’ st), Allenatore: Cotter.

ITALIA: McLean; Visentin, Morisi, Bacchin, Venditti (Bisegni dal 30’ st); Haimona (Allan al 6’ st), Gori; Parisse, Favaro (Vunisa dal 22’ st), Minto; Furno, Biagi (Fuser dal 27’ st); Chistolini (Cittadini dal 17’ st), Ghiraldini (Ghiraldini dal 27’ st), Aguero (De Marchi dal 17’ st). Allenatore: Brunel.

ARBITRO: Clancy (Irlanda)

MARCATORI: primo tempo, 2’ cp Laidlaw, 8’ m. Bennett tr. Laidlaw, 10’ m. Furno, 16’ cp Laidlaw, 18’ cp Haimona, 27’ cp Laidlaw, 37’ m. Venditti tr. Haimona; secondo tempo, 27’ cp Laidlaw, 40’ meta tecnica Italia tr. Allan.

CALCI: Laidlaw 4/4; Haimona 2/4, Allan 1/2. GIALLI: Toolis al 39’ st. SPETTATORI: 62.188.

(more…)

Coppa d’Africa 2015, Calendario e risultati

4 febbraio 2015

http://www.corrieredellosport.it/risultati/calcio/african_cup_of_nations/2015/index.shtml

Video: vittoria al cardiopalma per i New England Patriots nel Superbowl 2015

2 febbraio 2015

http://sport.sky.it/sport/sport_usa/2015/02/02/super_bowl_2015_cronaca.html

Coppa d’Asia, Coppa d’Africa

23 gennaio 2015

26 gennaio: Corea del Sud – Iraq

27 gennaio: Australia – Emirati Arabi Uniti

31 gennaio: finale

http://www.afcasiancup.com/videos/en/

Coppa d’Africa

4 e 5 febbraio: semifinali

8 febbraio : finale

http://www.cafonline.com/en-us/competitions/orangeafricacupofnations,equatorialguinea2015/videos

Incredibile semifinale di football americano Green Bay Packers – Seattle Seahawks

19 gennaio 2015

Sotto di molti punti i Seattle recuperano, superano, vengono raggiunti  e vincono all’overtime 28 – 22.A questo link gli highlights: http://www.nfl.com/

Il gol più bello dell’anno secondo la FIFA

12 gennaio 2015

E’ quello di James Rodriguez, in questo video al minuto 1,33 circa:

http://www.fifa.com/worldcup/videos/y=2014/m=7/video=the-goals-of-neymar-and-james-rodriguez-2398695.html

Video NFL: Serpentine ubriacanti, corse coast to coast

28 dicembre 2014

http://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=1&ved=0CCEQtwIwAA&url=http%3A%2F%2Fwww.nfl.com%2Fvideos%2Fnfl-network-around-the-nfl%2F0ap3000000431101%2FWilcots-on-Charles-Best-open-field-runner-of-his-generation&ei=Z9KeVLBvof_KA_2WgZAL&usg=AFQjCNEv3ChtaNezM0AQ7m-K2zLepdMmfQ&bvm=bv.82001339,d.bGQ&cad=rja

http://www.nfl.com/videos/nfl-network-total-access/09000d5d825715ed/Cruisin-with-Victor-Cruz

Più di così non si può:

http://www.nfl.com/videos/san-diego-chargers/0ap2000000147584/Antonio-Cromartie-109-yard-field-goal-return

Video football americano: due fantastici record

27 dicembre 2014

La trasformazione più lunga (?) della storia:

http://www.nfl.com/news/story/0ap2000000294584/article/matt-prater-breaks-fieldgoal-record-with-64yarder

Una corsa lunghissima (è il record?):

http://www.nfl.com/videos/nfl-game-highlights/0ap2000000126012/Manning-goes-94-yards-on-kickoff

La più bella partita di tutti i tempi

25 dicembre 2014

ita ger mondiali settanta

http://www.google.com/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=29&ved=0CEoQFjAIOBQ&url=http%3A%2F%2Fvideo.repubblica.it%2Fsport%2Fitalia-germania-4-3-la-partita-che-cambio-la-nostra-storia%2F48155%2F47738&ei=EIecVIbxLY7daojggogO&usg=AFQjCNFl6ek-wRlCTOCdmAsKpoZzqIsvkQ&bvm=bv.82001339,d.bGQ&cad=rja

Walter Payton, uno dei più grandi running back di tutti i tempi

20 dicembre 2014

http://prod.www.bears.clubs.nfl.com/multimedia/videos/walter-payton-highlights/F30014DD-248F-4EF4-A067-FE6F76C1F5A5

Video: top ten schiacciate Nba 2013-2014

28 ottobre 2014

http://sport.sky.it/sport/nba/2014/10/24/migliori_schiacciate_nba_2013_2014.html

Maratona: Kimetto scende per primo sotto il muro delle due ore e tre minuti

30 settembre 2014

http://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/media/Maratona-di-Berlino-record-mondiale-per-Kimetto-00f4fd38-de7a-41ee-8194-6c01113ed906.html

Video finale mondiali pallavolo 2014: Polonia- Brasile

26 settembre 2014

http://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/media/volley-finale-f8cc0461-2ef3-4db0-ad86-42c5e4cce4d3.html

Il calciomercato delle grandi squadre europee, le nuove formazioni

3 settembre 2014

http://sport.sky.it/sport/calciomercato/photogallery/2014/09/02/for
mazioni_big_europa_calciomercato_acquisti_come_giocheranno.html#6

Serie A, acquisti e cessioni, le nuove formazioni / Anticipi e posticipi dalla seconda alla sedicesima giornata

2 settembre 2014

http://www.corrieredellosport.it/foto/calcio/calcio_mercato/2014
/09/02-95540_1/FOTO+MERCATO%3A+acquisti+e+cessioni%2C+e
cco+le+formazioni+delle+venti+squadre+di+serie+A

http://www.calcionapoli24.it/brevi/ufficiale-anticipi-e-posticipi-dal
la-2-alla-16-decisa-la-data-n189051.html

Partita della pace videoregistrata (full match) e altri servizi sulla stessa tra cui il videomessaggio del papa

2 settembre 2014

http://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/media/PartitaInterreligiosa-70f28e03-4a3f-4080-8a20-8585db7325bf.html

E Maradona si fa “piccolo” davanti al Papa: «Il vero fuoriclasse sei tu»

2 settembre 2014

 

L’ex Pibe de Oro dopo aver incontrato Francesco esulta come se avesse fatto gol: «Mi ero allontanato dalla Chiesa ma con lui è diverso, è il vero numero 10». E Bergoglio lo abbraccia: «Ti stavo aspettando»

Qualcuno sui social network, Twitter in testa, ha storto il naso. «Maradona non è certo un buon esempio!», ha twittato. E un altro: «Ma non aveva un contenzioso con il Fisco italiano per alcuni milioni di tasse evase? Cosa ci fa all’Olimpico?».
Insomma, fosse per il fantomatico “popolo della rete”, che non esiste, l’ex Pibe de Oro, che un referendum della Fifa ha decretato come il più grande giocatore della storia, avrebbe fatto meglio a non farsi vedere in Vaticano e all’Olimpico per la Partita interreligiosa per la Pace voluta e promossa da Bergoglio, suo connazionale e grande appassionato di calcio. Ma le cose non sono andate proprio così. Per fortuna, verrebbe da dire. «Mi ero allontanato dalla Chiesa, ora sono tornato», dice Maradona dopo aver abbracciato con grande calore papa Francesco. La risposta del Pontefice è stata dolcemente spiazzante, tenera, pur nella sua semplicità: «Ti stavo aspettando». Poche parole per sancire un incontro come tanti altri di cui il Vangelo è pieno: il figliol prodigo abbracciato dal padre misericordioso che lo aspetta e non lo manda via; il capomafia Zaccheo che sale sull’albero di sicomoro per incrociare lo sguardo di Gesù che appena lo vede non lo lascia certo andare: «Oggi devo fermarmi a casa tua».

Era curioso vedere lunedì pomeriggio nell’Aula Nervi come accanto alla fila per salutare il Papa se ne fosse formata un’altra per salutare Maradona, farsi un selfie con lui, chiedere un autografo, strappargli una parola.
Segno che, calcisticamente parlando, non c’è storia: Maradona è un fuoriclasse assoluto e quando si muove suscita grande entusiasmo, passione assoluta. Ma di fronte al Papa, a quel Papa che lo ha accolto con tenerezza e semplicità, si è sentito uno degli “ultimi” perché aveva appena incontrato e abbracciato, parole sue, «uno che è molto più fuoriclasse di me, e che mi ha preso il cuore quando parla della fame nel mondo, di fronte alla quale nessuno deve chiudere gli occhi».Ed era curioso notare come dopo l’incontro a tu per tu con il Papa – al quale ha donato la maglia della nazionale argentina con il numero 10 e la scritta Francisco – l’ex Pibe de Oro sia corso verso i giornalisti tutto euforico e contento, neanche avesse segnato un gol decisivo, un gol dei suoi. «Sono davvero commosso per il fatto di averlo abbracciato», ha detto. «Mi ero allontanato dalla Chiesa cattolica perché pensavo che non facesse abbastanza per i bisognosi e poi quando Dio si è preso mia madre. Ma adesso con Francesco è diverso. Non ho mai visto un Papa con così tanto… quello che sappiamo tutti, “los huevos” (gli attributi, ndr).
Che cosa mi ha detto? Che mi stava aspettando e io mi sono emozionato. Gli ho promesso che se c’è da fare qualcosa per la pace io ci sarò sempre. Ma è lui il vero fuoriclasse, molto più che Maradona, è lui il vero numero 10 dell’Argentina».
Potenza di un incontro e di un abbraccio affettuoso che apre il cuore. Papa Francesco, di tutto questo, non ne ha fatto forse un cardine del suo pontificato quando predica che la misericordia è lo stile autentico di Dio? E che misericordia sarebbe se escludesse qualcuno? Che amore sarebbe se fosse solo per i “buoni” e per i “perfetti”?

 

 

 

Tratto da Famiglia Cristiana

Incredibile gol di Pjanic da oltre metà campo al Manchester United

27 luglio 2014

http://www.corrieredellosport.it/video/calcio/serie_a/roma/2014/07/26-93737/Capolavoro+Pjanic%3A+gol+da+centrocampo!

Germania – Argentina 1-0 videoregistrata (full match)

13 luglio 2014

http://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/matches/Finale
-d0358812-5515-4ae8-96e5-349064066c4e.html

Brasile – Olanda 0-3 videoregistrata (full match)

13 luglio 2014

http://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/matches/Finale
-3-posto-ccb54fee-ae10-488c-b1e1-752adb12ee98.html

Chi è stato il più forte?

12 luglio 2014

Ecco i 10 candidati per il titolo di miglior giocatore dei mondiali.Sei d’accordo? Tu chi voteresti?

Ecco qui i candidati designati dalla FIFA: Neymar, Messi, Kroos, Robben, Di Maria, Hummels, Mascherano, Muller, Rodriguez, Lahm.

 

Olanda – Argentina videoregistrata (full match)

10 luglio 2014

http://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/matches/Semifinale
-W59—W60-48000769-a6f0-4d61-a47c-c038a9bce555.html

Brasile – Germania 1 – 7 videoregistrata (full match)

9 luglio 2014

http://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/matches/Semifinale
-W57—W58-11836ca9-0f27-4578-a33e-42008f64e3a9.html

Qual’è la più forte nazionale italiana di tutti i tempi?

3 luglio 2014

Tra quelle che ho visto giocare forse, secondo me, è questa: Zoff, Gentile (Bergomi), Cabrini, Collovati, Oriali (Marini), Scirea, Conti (Causio), Tardelli, Rossi, Antognoni, Graziani (Altobelli).Ecco un video del mondiale 1982, vinto da questa formazione:

http://www.fifa.com/tournaments/archive/worldcup
/spain1982/video/video=518027/index.html

Il Papa “sfida” le guardie

1 luglio 2014

Argentina-Svizzera

01/07/2014

E’ quasi un “derby” per il piccolo Stato della Città del Vaticano: nel pomeriggio del primo luglio, in una delle gare degli ottavi, si gioca Argentina-Svizzera. E Jorge Mario Bergoglio, incrociando una delle guardie svizzere, avrebbe scherzato dicendo: «Stasera sarà guerra!». Lo riferisce l’agenzia francofona di informazione vaticana I.Media, aggiungendo che le guardie svizzere avrebbero invitato papa Francesco a vedere la partita insieme ma lui avrebbe risposto che “purtroppo” non può.

Il Papa sui Mondiali non ha voluto sbilanciarsi specificando per abbia scelto di tifare. In due recenti interviste ha ribadito di aver promesso al presidente del Brasile, Dilma Rousseff, di rimanere neutrale. Tuttavia è noto che Bergoglio sia un appassionato del pallone e che quando era a Buenos Aires seguiva il San Lorenzo de Almagro. Il calcio può essere anche, per il Papa, veicolo di pace e dialogo, tanto che il primo settembre – come ha annunciato qualche giorno fa il campione argentino Javier Zanetti – si giocherà a Roma una partita con calciatori di tutte le religioni voluta proprio da Papa Francesco.

Tratto da: Famiglia Cristiana.it

Tabellone dei mondiali di calcio dagli ottavi alla finale

29 giugno 2014

Brasile 2014 - tabellone

Video: Record del mondo di Atletica

24 giugno 2014

Record di Usain Bolt sui 100 e 200 metri piani:

http://usainbolt.com/2009/08/usain-bolt-world-record-9-
58-seconds/

http://www.youtube.com/watch?v=88vaihR8DnI&index=1
6&list=PLcVKpjx8InN7yWZqbEWVSjlXVuazvXsR_

Nel salto triplo il fervente cristiano Jonathan Edwards disintegra
il muro dei 18 metri:
http://www.youtube.com/watch?v=6OLDzu5TmNc&index
=7&list=PLcVKpjx8InN7yWZqbEWVSjlXVuazvXsR_

Mike Powell batte il decennale mirico record di Bob Beamon:
http://www.youtube.com/watch?v=AxvDku19_IM&index=
9&list=PLcVKpjx8InN7yWZqbEWVSjlXVuazvXsR_

Javier Sotomayor, record di salto in alto che dura da più di
venti anni: http://athleted.com/high-jump-world-record-
javier-sotomayor/

Non ho trovato i video di Florence Griffith Joyner che detiene
i record dei 100 e 200 metri piani femminili da più di 25 anni:http://www.usatf.org/HallOfFame/TF/showBio.asp?HOFIDs=63

Ho già pubblicato su questo blog il video del record di salto in alto
(mt 2,09), tuttora imbattuto, di Stefka Kostadinova nel 1987.

Il bellissimo gol di Gervinho in Colombia – Costa d’Avorio

20 giugno 2014

http://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/media/Le-partite
-di-ieri-4bc10335-e298-4540-afb4-14c6e84d0fae.html

Avanzare le freccetta di scorrimento al minuto 1,13 circa.

Video: Ai San Antonio Spurs di Marco Belinelli l’anello NBA (107 – 86 vs i Miami Heat)

16 giugno 2014

http://www.nba.com/games/20140612/SASMIA/gameinfo.html

Video-registrazione (full match) Italia – Inghilterra, tiro di punizione quasi inventato da Pirlo

15 giugno 2014

http://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/matches/Inghilterra
—Italia-b78af353-8c15-4fd5-98fa-0c850dd2fa71.html

Avanzare la freccetta di scorrimento alle due ore e quattordici minuti: poco dopo viene la punizione di Pirlo.Persino il commentatore tecnico non può immaginare come sarà l’esecuzione del tiro.Pirlo riesce a spiazzare il portiere avversario su punizione da circa venti metri con un tiro che manda la palla nella direzione più logica e poi le fa improvvisamente cambiare direzione, colpendo la traversa in pratica a porta vuota.Ricordo forse, come cosa rarissima, qualcosa di simile ma forse mai un cambio di traiettoria così marcato e preciso.

Van Persie: un gol che passerà alla storia

14 giugno 2014

http://sport.sky.it/sport/mondiali_calcio/brasile_
2014/video/highlights.html?v=202809

Avanzare la freccetta di scorrimento di un centimentro e poi attendere qualche secondo.
Van Persie all’incirca al limite dell’area riceve un cross circa dal limite sinistro del centrocampo e, inseguito dai difensori, alza la testa per vedere il portiere e la porta e, in tuffo, esegue un perfetto pallonetto: coefficiente di difficoltà., vorrei dire, 100%.

Brasile 2014: S. Paolo in attesa del Mondiale

12 giugno 2014

image

Dal videomessaggio del papa in occasione dei Mondiali di calcio

12 giugno 2014

 

Cari amici,

È con grande gioia che mi rivolgo a voi tutti, amanti del calcio, in occasione dell’apertura della Coppa del Mondo 2014 in Brasile. Desidero inviare un cordiale saluto agli organizzatori e ai partecipanti; a ogni atleta e a ogni tifoso, come pure a tutti gli spettatori che, negli stadi o per televisione, radio e internet, seguono questo evento che supera le frontiere di lingua, cultura e nazione.

La mia speranza è che, oltre a essere una festa sportiva, questa Coppa del Mondo possa divenire una festa di solidarietà tra i popoli. Ciò presuppone però che gli incontri calcistici siano considerati per quello che in fondo sono: un gioco e allo stesso tempo un’occasione di dialogo, di comprensione, di arricchimento umano reciproco. Lo sport non è solo una forma d’intrattenimento, ma anche — e direi soprattutto — uno strumento per comunicare valori che promuovono il bene della persona umana e contribuiscono alla costruzione di una società più pacifica e fraterna. Pensiamo alla lealtà, alla perseveranza, all’amicizia, alla condivisione, alla solidarietà. Di fatto, sono molti i valori e gli atteggiamenti promossi dal calcio che si rivelano importanti non solo in campo, ma in tutti gli ambiti dell’esistenza, e in concreto nella costruzione della pace. Lo sport è scuola di pace, c’insegna a costruire la pace.

In tal senso, vorrei sottolineare tre lezioni della pratica sportiva, tre atteggiamenti fondamentali per la causa della pace: il bisogno di “allenarsi”, il fair play e il rispetto tra avversari. In primo luogo lo sport c’insegna che, per vincere, è necessario allenarsi. In questa pratica sportiva possiamo vedere una metafora della nostra vita. Nella vita è necessario lottare, “allenarsi”, sforzarsi per ottenere risultati importanti. Lo spirito sportivo diviene così un’immagine dei sacrifici necessari per crescere nelle virtù che formano il carattere di una persona. Se, perché una persona migliori, è necessario un “allenamento” grande e costante, quanto sforzo in più bisognerà compiere per raggiungere l’incontro e la pace tra gli individui e tra i popoli “migliorati”! Occorre “allenarsi” tanto…

Il calcio può e deve essere una scuola per la costruzione di una “cultura dell’incontro”, che permetta la pace e l’armonia tra i popoli. E qui viene in nostro aiuto una seconda lezione della pratica sportiva: impariamo ciò che il fair play del calcio ha da insegnarci. Nel gioco di squadra bisogna pensare in primo luogo al bene del gruppo, e non a se stessi. Per vincere, bisogna superare l’individualismo, l’egoismo, tutte le forme di razzismo, d’intolleranza e di strumentalizzazione della persona umana. Non è solo nel calcio che esserefominha [individualista ed egoista] costituisce un ostacolo per il buon risultato della squadra; perché, quando siamofominhas nella vita, ignorando le persone che ci circondano, tutta la società viene danneggiata.

L’ultima lezione dello sport proficua per la pace è il rispetto dovuto tra avversari. Il segreto della vittoria, in campo, ma anche nella vita, sta nel saper rispettare il mio compagno di squadra, ma anche il mio avversario. Nessuno vince da solo, né in campo né nella vita! Che nessuno si isoli e si senta escluso! Attenzione! No alla segregazione, no al razzismo! E, se è vero che, al termine di questo Mondiale, una sola selezione nazionale potrà alzare la coppa come vincitrice, è altrettanto vero che, imparando le lezioni che lo sport c’insegna, tutti ne usciranno vincitori, rafforzando i legami che ci uniscono.

Cari amici, ringrazio per l’opportunità che mi è stata data di rivolgervi queste parole in questo momento — in modo particolare all’eccellentissimo presidente del Brasile, la signora Dilma Rousseff, che saluto — e prometto di pregare affinché non manchino le benedizioni celesti su tutti. Possa questa Coppa del Mondo svolgersi in tutta serenità e tranquillità, sempre nel rispetto reciproco, nella solidarietà e nella fraternità tra uomini e donne che si riconoscono membri di un’unica famiglia. Grazie!

 

 

TESTO ORIGINALE IN LINGUA PORTOGHESE

 

MENSAGEM VÍDEO DO PAPA FRANCISCO
POR OCASIÃO DA ABERTURA
DA COPA DO MUNDO DE FUTEBOL 2014 NO BRASIL

 

Queridos amigos,

(more…)

Miami Heat – San Antonio Spurs 98-96

9 giugno 2014

http://www.nba.com/games/20140608/MIASAS/gameinfo.html

Incontro della Società Sportive con papa Francesco. Diretta e testo completo del Discorso

7 giugno 2014

 

Diretta a partire dalle ore 16,50

http://player.rv.va/rv.player01.asp?language=it&visual=VaticanTic&Tic=VA_DRTGF1OL

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO
AI PARTECIPANTI ALL’INCONTRO
PROMOSSO DAL CENTRO SPORTIVO ITALIANO

Piazza San Pietro
Sabato, 7 giugno 2014

Video

 

Cari amici del Centro Sportivo Italiano!

Vi ringrazio per la vostra presenza – siete tanti! – e ringrazio il Presidente per le sue cortesi parole. È una vera festa dello sport quella che stiamo vivendo insieme qui in Piazza San Pietro, che oggi ospita anche dei campi di gioco. Ed è molto buono che abbiate voluto festeggiare il vostro settantesimo compleanno non da soli, ma con l’intero mondo sportivo italiano rappresentato dal CONI, e soprattutto con tante società sportive. Complimenti! Adesso manca solo la torta, per festeggiare il 70.mo compleanno!

Il saluto più grande è per voi, cari atleti, allenatori e dirigenti delle società sportive. Conosco e apprezzo il vostro impegno e la vostra dedizione nel promuovere lo sport come esperienza educativa. Voi, giovani e adulti che vi occupate dei più piccoli, attraverso il vostro prezioso servizio siete veramente a tutti gli effetti degli educatori. E’ un motivo di giusto orgoglio, ma soprattutto è una responsabilità! Lo sport è una strada educativa. Io trovo tre strade, per i giovani, per i ragazzi, per i bambini. La strada dell’educazione, la strada dello sport e la strada del lavoro, cioè che ci siano posti di lavoro all’inizio della vita giovanile! Se ci sono queste tre strade, io vi assicuro che non ci saranno le dipendenze: niente droga, niente alcol. Perché? Perché la scuola ti porta avanti, lo sport ti porta avanti e il lavoro ti porta avanti. Non dimenticate questo. A voi, sportivi, a voi, dirigenti, e anche a voi, uomini e donne della politica: educazione, sport e posti di lavoro!

E’ importante, cari ragazzi, che lo sport rimanga un gioco! Solo se rimane un gioco fa bene al corpo e allo spirito. E proprio perché siete sportivi, vi invito non solo a giocare, come già fate, ma c’è qualcosa di più: a mettervi in gioco nella vita come nello sport. Mettervi in gioco nella ricerca del bene, nella Chiesa e nella società, senza paura, con coraggio ed entusiasmo. Mettervi in gioco con gli altri e con Dio; non accontentarsi di un “pareggio” mediocre, dare il meglio di sé stessi, spendendo la vita per ciò che davvero vale e che dura per sempre. Non accontentarsi di queste vite tiepide, vite “mediocremente pareggiate”: no, no! Andare avanti, cercando la vittoria sempre!

Nelle società sportive si impara ad accogliere. Si accoglie ogni atleta che desidera farne parte e ci si accoglie gli uni gli altri, con semplicità e simpatia. Invito tutti i dirigenti e gli allenatori ad essere anzitutto persone accoglienti, capaci di tenere aperta la porta per dare a ciascuno, soprattutto ai meno fortunati, un’opportunità per esprimersi.

E voi, ragazzi, che provate gioia quando vi viene consegnata la maglietta, segno di appartenenza alla vostra squadra, siete chiamati a comportarvi da veri atleti, degni della maglia che portate. Vi auguro di meritarla ogni giorno, attraverso il vostro impegno e anche la vostra fatica.

Vi auguro anche di sentire il gusto, la bellezza del gioco di squadra, che è molto importante per la vita. No all’individualismo! No a fare il gioco per se stessi. Nella mia terra, quando un giocatore fa questo, gli diciamo: “Ma questo vuole mangiarsi il pallone per se stesso!”. No, questo è individualismo: non mangiatevi il pallone, fate gioco di squadra, di équipe. Appartenere a una società sportiva vuol dire respingere ogni forma di egoismo e di isolamento, è l’occasione per incontrare e stare con gli altri, per aiutarsi a vicenda, per gareggiare nella stima reciproca e crescere nella fraternità.

Tanti educatori, preti e suore sono partiti anche dallo sport per maturare la loro missione di uomini e di cristiani. Io ricordo in particolare una bella figura di sacerdote, il Padre Lorenzo Massa, che per le strade di Buenos Aires ha raccolto un gruppo di giovani intorno al campo parrocchiale e ha dato vita a quella che poi sarebbe diventata una squadra di calcio importante.

Tante delle vostre società sportive sono nate e vivono “all’ombra del campanile”, negli oratori, con i preti, con le suore. E’ bello quando in parrocchia c’è il gruppo sportivo, e se non c’è un gruppo sportivo in parrocchia, manca qualcosa. Se non c’è il gruppo sportivo, manca qualcosa. Ma questo gruppo sportivo dev’essere impostato bene, in modo coerente con la comunità cristiana, se non è coerente è meglio che non ci sia! Lo sport nella comunità può essere un ottimo strumento missionario, dove la Chiesa si fa vicina a ogni persona per aiutarla a diventare migliore e ad incontrare Gesù Cristo.

Allora, auguri al Centro Sportivo Italiano per i suoi 70 anni! E auguri a tutti voi! Ho sentito prima che mi avete nominato vostro capitano: vi ringrazio. Da capitano vi sprono a non chiudervi in difesa: non chiudetevi in difesa, ma a venire in attacco, a giocare insieme la nostra partita, che è quella del Vangelo.

Mi raccomando: che tutti giochino, non solo i più bravi, ma tutti, con i pregi e i limiti che ognuno ha, anzi, privilegiando i più svantaggiati, come faceva Gesù. E vi incoraggio a portare avanti il vostro impegno attraverso lo sport con i ragazzi delle periferie delle città: insieme con i palloni per giocare potete dare anche ragioni di speranza e di fiducia. Ricordate sempre queste tre strade: la scuola, lo sport e i posti di lavoro. Cercate sempre questo. E io vi assicuro che su questa strada non ci sarà la dipendenza dalla droga, dall’alcol e da tanti altri vizi.

Cari fratelli e sorelle, siamo alla vigilia di Pentecoste: invoco su di voi una abbondante effusione dello Spirito Santo, che con i suoi doni vi sostenga nel vostro cammino e vi renda testimoni gioiosi e coraggiosi di Gesù Risorto. Vi benedico e prego per voi, e vi chiedo di pregare per me, perché anche io devo fare il mio gioco che è il vostro gioco, è il gioco di tutta la Chiesa! Pregate per me perché possa fare questo gioco fino al giorno in cui il Signore mi chiamerà a sé. Grazie.

[aggiunta]

Adesso facciamo una preghiera in silenzio, tutti. Ognuno di voi pensi alla sua squadra, ai suoi compagni di gioco, ai suoi allenatori, alla famiglia. E preghiamo la Madonna perché benedica tutti: Ave o Maria, …

[benedizione]

 

 

Video: Ai San Antonio Spurs la prima partita della finale NBA

7 giugno 2014

http://watch.nba.com/nba/video/channels/playoffs/2014/06/05/0041300401-mia-sas-recap.nba

Ecco il referto per Marco Belinelli:

18:25 minuti giocati
9 punti siglati
2/3 percentuale al tiro (all’incirca)

6 giugno ore 03,00: prima partita di finale NBA, San Antonio Spurs vs Miami Heat

6 giugno 2014

http://www.nba.com/spurs/playoffscentral

Marco Belinelli, il primo italiano a giocare una finale NBA

5 giugno 2014

http://www.nba.com/playerfile/marco_belinelli/

Nota: cosa è il PIE http://www.nbadoctors.com/pie-statistica-perfetta-del-mondo-nba/

Immagini dei singoli giocatori

3 giugno 2014

http://www.sportmediaset.mediaset.it/calcio/Brasile2014/2014/fotogallery/1004961/italia-foto-di-gruppo.shtml

Foto di gruppo dell’Italia che giocherà i mondiali

3 giugno 2014

Mondiali 2014 Italia, foto di gruppo. C'è anche Abete

I convocati di Prandelli cantati da Fiorello

2 giugno 2014

http://www.rosariofiorello.it/video/speciale-fuoriprogrammaliveforweb-i-231-convocati-di-prandelli/

The Guardian: I 100 più forti giocatori di tutti i tempi nella Coppa del mondo per nazioni

29 Mag 2014

http://www.theguardian.com/news/datablog/2014/may/29/the-world-cups-top-100-footballers-by-nationality-goals-scored-and-votes

Gol di grande classe nella prima partita della finale scudetto calcio a cinque

29 Mag 2014

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-54e067af-72f1-4f5d-89a4-69c050ed66c7-raisport.html?refresh_ce#set=ContentSet-62c03885-0b6a-4b79-a10f-2fa11ae02c48&page=0

Inno ufficiale dei mondiali in Brasile

15 Mag 2014

https://www.youtube.com/playlist?list=PLCGIzmTE4
d0jH6o_hGC1Rsv1-QgS2jnoC