Vangelo (Gv 14,21-26) del giorno dalle letture della Messa (Lunedì 15 Maggio 2017) con commento comunitario

by

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 14,21-26)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Chi accoglie i miei comandamenti e li osserva, questi è colui che mi ama. Chi ama me sarà amato dal Padre mio e anch’io lo amerò e mi manifesterò a lui».

Gli disse Giuda, non l’Iscariòta: «Signore, come è accaduto che devi manifestarti a noi, e non al mondo?».

Gli rispose Gesù: «Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. Chi non mi ama, non osserva le mie parole; e la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato.

Vi ho detto queste cose mentre sono ancora presso di voi. Ma il Paràclito.
Lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui v’insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto».

Questo è il Vangelo del 15 Maggio, quello del 14 Maggio lo potete trovare qualche post più sotto.

Annunci

4 Risposte to “Vangelo (Gv 14,21-26) del giorno dalle letture della Messa (Lunedì 15 Maggio 2017) con commento comunitario”

  1. d. giampaolo centofanti Says:

    https://gpcentofanti.wordpress.com/2017/05/11/la-guida-di-maria/

  2. Simone Riva Says:

    E’ l’osservanza della Parola che insegna ad amare e ad accogliere l’amore che altrimenti rimarrebbe invisibile ai nostri occhi. Osservare la Parola significa allenare il nostro cuore a divenire sempre più di carne e a lasciare l’indurimento originato dall’accartocciamento sempre più sull’IO che diviene macigno. Fidarsi passetto dopo passetto della Parola significa sperimentare l’amore di un papà partendo proprio dalle cose piccole, imparando a lanciarsi tra le braccia del papà dalle piccole altezze per poi fidarsi sempre più anche nelle cose grandi. Signore conducimi lungo questa via dell’affidamento, della conversione, affinché sia sempre più Tu a risiedere in me, così che tutto ciò che penso e faccio abbia sempre Te come origine e Te come fine.

  3. mascenzi Says:

    L’amore che ci viene dal Signore e’ il dono più grande che possiamo ricevere. Questo è perché sincero e si distingue per questo da quello umano. costruito sul nostro Io e privo di stabilità.

  4. gabriela corinaldesi Says:

    «Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui.

    In questa Parola Lui ci invita ad amare e in questo invito racchiude il segreto di salvezza.
    Gesù è venuto ad insegnarci l’Amore nel farsi uomo come noi e poi ci lascia Lo Spirito per essere come una fiamma sempre accesa nel nostro cuore che ci spinge con la Sua grazia a vivere sempre più intensamente l’Amore che abbiamo sperimentato nella scoperta di Gesù ad avvicinarci sempre di più a chi ci sta affianco, ad accogliere e a non essere indifferente alle piccole necessità del mio fratello, quello prossimo a me!!!

    Aiutami Gesù ad essere sensibile al Amore bisognoso di chi mi sta affianco, aiutami a vedere il tuo viso!!!
    Grazie per il Tuo Amore!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: