Vangelo (Mt 13,47-53) del giorno dalle letture della Messa (Giovedì 28 Luglio 2016) con commento comunitario

27 luglio 2016 by

Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 13,47-53)

In quel tempo Gesù disse ai suoi discepoli:
«Ancora, il regno dei cieli è simile a una rete gettata nel mare, che raccoglie ogni genere di pesci. Quando è piena, i pescatori la tirano a riva, si mettono a sedere, raccolgono i pesci buoni nei canestri e buttano via i cattivi. Così sarà alla fine del mondo. Verranno gli angeli e separeranno i cattivi dai buoni e li getteranno nella fornace ardente, dove sarà pianto e stridore di denti.
Avete compreso tutte queste cose?». Gli risposero: «Sì». Ed egli disse loro: «Per questo ogni scriba, divenuto discepolo del regno dei cieli, è simile a un padrone di casa che estrae dal suo tesoro cose nuove e cose antiche».
Terminate queste parabole, Gesù partì di là.

Questo è il Vangelo del 28 Luglio, quello del 27 Luglio lo potete trovare qualche post più sotto.

Le Apparizioni di San Michele Arcangelo: Apparizione di San Michele ad un religioso moribondo

27 luglio 2016 by

Risultato immagine per san michele

Narra S. Anselmo che un religioso in punto di morte mentre venne per tre volte assalito dal demonio, altrettante volte fu difeso da S. Michele. La prima volta il demonio gli rammentava i peccati commessi prima del battesimo, ed il religioso atterrito per non aver fatto penitenza, era sul punto di disperarsi. Comparve allora S. Michele e lo calmò, dicendogli che quei peccati erano celati col S. Battesimo. La seconda volta il demonio gli rappresentava i peccati commessi dopo il Battesimo, e diffidando il misero moribondo, fu per la seconda volta consolato da S. Michele, il quale lo assicurò che gli erano stati rimessi con Professione Religiosa. Venne finalmente per la terza volta il demonio e gli rappresentava un gran libro pieno di mancanze e di negligenze commesse durante la vita religiosa, ed il religioso non sapendo che rispondere, di nuovo S. Michele in difesa del religioso per confortarlo e per dirgli che tali mancanze erano state espiate con le opere buone della vita religiosa, con l’ubbidienza, la sofferenza, le mortificazioni e la pazienza. Il Religioso così consolato abbracciando e baciando il Crocifisso, placidamente spirò. Veneriamo in vita San Michele, e saremo da Lui confortati in morte.

Leggi il seguito di questo post »

SULL’IMPORTANZA DEL VIVERE NELLA DIVINA VOLONTÀ LE 24 ORE DELLA PASSIONE DI N.S.G.C. Brani tratti dagli scritti della serva di Dio Luisa Piccaretta

27 luglio 2016 by

(Lettera inviata da Luisa Piccarreta al suo confessore straordinario, sant’Annibale Maria Di Francia)

 

Risultato immagine per luisa picarretta

“Molto Reverendo Padre,

Ecco finalmente, le rimetto le Ore scritte della Passione, e tutto a gloria di No­stro Signore.  Le accludo pure un altro foglietto in cui si contengono gli affetti, e  le belle promesse di Gesù per chi fa queste Ore del!a Passione, lo credo che se colui che le mediterà è peccatore, si convertirà,.se è imperfetto diverrà perfetto, se è santo, si farà più santo, se è tentato troverà la vittoria, se è sofferente troverà:

in queste Ore la forza, la medicina, il conforto; e se l’anima sua è debole e povera, troverà il cibo spirituale ed uno specchio dove si rimirerà di continuo per abbellirsi e farsi simile a Gesù nostro modello.

E’ tanto il compiacimento che ne prova Gesù benedetto dalla meditazione di queste Ore, che vorrebbe che di queste meditazioni vi fosse almeno una copia per ogni città o paese, e si praticassero; allora avverrebbe che in quelle riparazioni Gesù, sentirebbe: riprodussi la’sua stessa voce e le sue preghiere, quali le levava al Padre sue nelle 24 ore della sua dolorosa Passione; e se ciò si facesse almeno, in ogni paese o città da alquante anime, Gesù pare che mi faccia intendere che la divina Giustizia rimarrebbe in parte placata, e verrebbero in parte arrestati e come smorzati ì suoi flagelli in questi tristi tempi di strazi e di spargimento di sangue.

Faccia Lei, Reverendo Padre, appello a tutti: compia così l’operetta che il mio amabile Gesù mi ha fatto fare.

Onde le dico pure che lo scopo dì queste Ore della Passione, non tanto è di raccontare la storia della Passione, perché molti libri ci sono che trattano questo pietoso argomento, e non sarebbe stato necessario farne un altro; ma lo scopo é la riparazione, unendo assieme i diversi punti della Passione di Nostro Signore con la diversità di tante offese, e insieme a Gesù farne degna riparazione, rifacendolo quasi di tutto ciò che le creature tutte Gli debbono;  e da ciò i diversi modi di ‘riparare; in queste Ore cioè, in alcuni tratti si benedice, in altri si compatisce, in  altri sì loda, in altri si conforta il Penante, in altri sì compensa, in altri si supplica, si prega, si domanda…”

(Gesù, a Luisa Piccarreta:)

“Figlia, rinata per il mio amore, su levati alla vita della mia grazia e del mio amore;   corrispondimi in tutto, e come mi hai fatto compagnia con le nove considerazioni sull’eccesso del mio amore lungo la novena della mia Natività, così continua a fare le altre 24 considerazioni circa la mia Passione e Morte di Croce, distribuendole nelle 24 ore della giornata;

in queste  scorgerai altri eccessi più sublimi del mio amore e Mi sarai di continuo sollievo nelle dolorosissime pene che Mi vengono dalle ingrate creature; in vita  sarai del tutto amante della mia Sepoltura ed in morte avrai l’ottima parte della mia Gloria”.

Leggi il seguito di questo post »

I Miracoli Eucaristici: Il Miracolo di Lanciano, 750D.C. Italia

27 luglio 2016 by

Perché il mio dolore è senza fine? «Se ritornerai, starai alla mia presenza»

27 luglio 2016 by

LA LITURGIA DEL GIORNO
http://www.lachiesa.it/liturgia

La Liturgia di Mercoledi 27 Luglio 2016
================================
Mercoledì della XVII settimana del Tempo Ordinario (Anno pari)
================================

Grado della Celebrazione: Feria
Colore liturgico: Verde

PRIMA LETTURA (Ger 15,10.16-21)
Perché il mio dolore è senza fine? «Se ritornerai, starai alla mia presenza».

Dal libro del profeta Geremìa

Me infelice, madre mia! Mi hai partorito
uomo di litigio e di contesa per tutto il paese!
Non ho ricevuto prestiti, non ne ho fatti
a nessuno,
eppure tutti mi maledicono.
Quando le tue parole mi vennero incontro,
le divorai con avidità;
la tua parola fu la gioia e la letizia del mio cuore,
perché il tuo nome è invocato su di me,
Signore, Dio degli eserciti.
Non mi sono seduto per divertirmi
nelle compagnie di gente scherzosa,
ma spinto dalla tua mano sedevo solitario,
poiché mi avevi riempito di sdegno.
Perché il mio dolore è senza fine
e la mia piaga incurabile non vuole guarire?
Tu sei diventato per me un torrente ìnfido,
dalle acque incostanti.
Allora il Signore mi rispose:
«Se ritornerai, io ti farò ritornare
e starai alla mia presenza;
se saprai distinguere ciò che è prezioso
da ciò che è vile,
sarai come la mia bocca.
Essi devono tornare a te,
non tu a loro,
e di fronte a questo popolo io ti renderò
come un muro durissimo di bronzo;
combatteranno contro di te,
ma non potranno prevalere,
perché io sarò con te
per salvarti e per liberarti.
Oracolo del Signore.
Ti libererò dalla mano dei malvagi
e ti salverò dal pugno dei violenti».

Parola di Dio

Araldo del Divino Amore , Libro Terzo , Le Rivelazioni di Santa Geltrude ,Capitolo LXI

26 luglio 2016 by

MERITO DI UN’ACCONDISCENDENZA CARITATEVOLE

 Risultato immagine per santa geltrude

Geltrude malgrado le sue sofferenze, erasi alzata per recitare il Mattutino e già ne aveva terminato un notturno, quando una sorella ammalata giunse anch’essa presso di lei. L’amabile Santa si offerse di ricominciare il Mattutino e lo fece con maggior divozione.Durante la S. Messa, che venne in seguito celebrata, mentre era intenta a lodare il Signore, vide l’anima sua adorna di splendidi diamanti che avevano fulgori meravigliosi. Era stato Gesù a ricompensarla della carità verso la Consorella inferma; la tunica aveva tante gemme quante parole contava il Notturno, da essa ripetuto per compiacenza.

Leggi il seguito di questo post »

Tweet del Papa

26 luglio 2016 by

Cari giovani, benedico i vostri passi verso Cracovia perché siano un pellegrinaggio di fede e fraternità.
#Krakow2016

Papa Francesco su Twitter (@_Pontifex.it), ore 13:31 – 25 lug 2016

Cari giovani, rimaniamo uniti nella preghiera perché questa GMG sia ricca di frutti spirituali. Ci vediamo domani!
#Krakow2016

Papa Francesco su Twitter (@_Pontifex.it), ore 13:30 – 26 lug 2016

Articolo di d. Giampaolo uscito su Vatican Insider il 26 luglio 2016

26 luglio 2016 by

http://www.lastampa.it/2016/07/26/vaticaninsider/ita/commenti/rinnoviamoci-per-costruire-insieme-lumano-trrkbGqyNZJqRHXchwSGCN/pagina.html

Maria a Medjugorje: Messaggio del 25 luglio 2016

26 luglio 2016 by

Risultato immagine per I MESSAGGI DI MEDJUGORIE del 25 luglio 2016

Cari figli! Vi guardo e vi vedo persi, e non avete ne la preghiera ne la gioia nel cuore. Ritornate, figlioli, alla preghiera e mettete Dio al primo posto e non l’uomo. Non perdete la speranza che vi porto. Figlioli, questo tempo sia per voi ogni giorno cercare Dio sempre più nel silenzio del vostro cuore e pregate, pregate, pregate fino a che la preghiera diventi gioia per voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata

La Chiesa sembra guardare con favore ma non si è ancora espressa ufficialmente sui fatti di Medjugorje

Le Apparizioni di San Michele Arcangelo: Apparizione di San Michele nel territorio di Olevano

26 luglio 2016 by

Risultato immagine per san michele arcangelo

Nel territorio di Olevano, che appartiene alla Diocesi di Salerno, viene indicata una Grotta, in cui si dice fosse apparso S. Michele Arcangelo. Gli altari che ivi si vedono hanno forma antica, e la devozione con cui la grotta viene venerata dal popolo ben dimostra che la fama non può non essere vera. Inoltre vi sono molte antiche scritture dove si parla della Grotta dell’Angelo, o di S. Michele.

Leggi il seguito di questo post »


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 708 follower